ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Come staccare dal lavoro in vacanza?

Staccare dal lavoro in vacanza

Le vacanze estive sono ormai un lontano ricordo. Ci sono però all’orizzonte dei ponti interessanti e, ovviamente, le vacanze invernali. Per molti ormai però le vacanze non sono più sinonimo di relax e scollegamento totale dal lavoro.

Al giorno d’oggi smartphone e tablet rendono praticamente impossibile il distacco totale dal lavoro. Telefonate ed email sono sempre dietro l’angolo e in pochi istanti possono rovinare un giorno di vacanza.

Ecco quindi qualche consiglio per riuscire a staccare dal lavoro limitando il più possibile i contatti con i colleghi e gestendo al meglio le proprie vacanze.

Per riuscire nell’intento è un’ottima idea cambiare radicalmente le proprie abitudini in vacanza. A partire dalla colazione fatta con calma, dedicandosi alle attività che al di fuori del periodo vacanziero non possono essere svolte, sfogliando un buon libro oppure un giornale invece di utilizzare la versione digitale.

Stravolgere i propri ritmi aiuta certamente a creare distacco dalla routine quotidiana che porterebbe inevitabilmente a pensare al lavoro.

La scelta poi migliore è quella di non leggere le email di lavoro. Se questo non è possibile, per diversi motivi, allora è importante dedicare un tempo predefinito (15/30 minuti) al giorno in cui rispondere solamente alle comunicazioni davvero importanti tralasciando le altre.

Smartphone e tablet sono ormai compagni inseparabili. Liberarsene per alcune ore o per alcuni giorni può aiutare a trovare nuovi stimoli e a dedicarsi a nuove attività. Per questo la modalità offline deve essere quella maggiormente utilizzata durante i giorni di vacanza.

Per non pensare al lavoro non parlare di lavoro. Sembra ovvio ma parlare di ciò che si fa ogni giorno con altri ospiti dell’albergo, con vicini di ombrellone o di tenda non fa altro che portare alla mente scadenze, presentazioni e progetti.

Ovviamente se ci si annoia è difficile pensare a cose diverse dalla vita di tutti i giorni. Per questo è importante tenersi occupati e riuscire a bilanciare in modo ottimale momenti di relax a momenti di attività ludiche, esplorazioni, eccetera.

Per riuscire a godersi al meglio la vacanza è poi importante gestire le tempistiche. I primi giorni, data anche la stanchezza accumulata, non devono essere pieni di attività. Il ritorno invece non deve essere pianificato per l’ultimo giorno disponibile. Questo comporterebbe il non godersi le ultime ore in vacanza e, con tutta probabilità, anche diverse ore in coda.

Voi avete già pianificato le prossime vacanze? Come contate di staccare dal lavoro?

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

Commenti

  1. Pingback: Cos'è e com'è tutelato il diritto alla disconnessione? - Ufficio.eu