ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Attività fisica in ufficio: ecco 4 esercizi per la tua forma

Capita spesso che, nel lavoro in ufficio, ci siano dei tempi morti che non si sa come riempire: l’attesa della telefonata di un cliente importante, la pausa tra una riunione e l’altra, un buco di pochi minuti prima dell’orario di uscita, e così via. Come riempire, dunque, questi tempi? Ottimizzandoli svolgendo attività fisica in ufficio.

  • Si può fare lo squat, utilizzando la sedia: ponendosi davanti ad essa in piedi, ci si deve piegare sulle gambe fino a quando non si sfiora la seduta, per poi rialzarsi. Questo esercizio, ripetuto venti volte al giorno tutti i giorni, permette di tonificare i glutei e i muscoli delle gambe. Davanti al computer, poi, si può dedicare un po’ di tempo alle gambe anche mentre si sta seduti: è sufficiente sollevare gli arti inferiori per farli stendere, così che la punta del piede arrivi a toccare la superficie inferiore della scrivania. In questo caso, una ripetizione di dieci volte per gamba, eseguita tutti i giorni, dà effetti sorprendenti.
  • Se si è soli in ufficio, poi, si può rivolgere la propria attenzione anche ad esercizi un po’ speciali (che in presenza di altre persone risulterebbero stravaganti): è il caso dei piegamenti sulle braccia. Per eseguirli, è necessario appoggiare il palmo della mano destra al bordo del tavolo o della scrivania, per poi ottenere la consueta posizione da flessione facendo scivolare le gambe indietro. Dopo avere fatto leva sulla punta dei piedi, ci si abbassa arrivando a sfiorare il bordo della scrivania con il petto; quindi, ci si rialza, cercando di mantenere la schiena dritta e ferma. Una serie da 20 ripetizioni per ogni mano, distanziate da una pausa di quattro o cinque minuti, è perfetta per garantire uno sforzo fisico efficace.
  • Per allenare le braccia, poi, gli esercizi che si possono svolgere sono numerosi: per esempio, sollevando una bottiglia di acqua piena. Un altro modo per dire addio alle braccia flaccide è quello che prevede di mettersi di schiena rispetto alla scrivania sempre appoggiando le mani al bordo e facendo scivolare in avanti i piedi, in modo tale che il proprio peso sia appoggiato sui talloni e sulle mani; a questo punto occorre piegare indietro le braccia al fine di formare un angolo retto con l’interno delle braccia stesse e poi rialzarsi facendo sforzo sui tricipiti.
  • Infine, un esercizio fisico completo in ufficio, non può rinunciare all’allenamento degli addominali. Un primo modo per tonificare questi muscoli è quello di sedersi con la schiena dritta e le gambe distese, evitando di appoggiarsi allo schienale, per poi alzare nello stesso momento tutte e due le gambe mantenendole a circa venti centimetri dal pavimento per qualche secondo. Una valida alternativa, a partire dalla stessa posizione, prevede di flettere di lato il busto di qualche centimetro, prima da una parte e poi dall’altra, con dei movimenti rapidi e non troppo estesi: si sentiranno gli addominali obliqui sotto sforzo.

Insomma, a parte il rischio di suscitare i sorrisini di qualche collega, praticare esercizi fisici mentre si è in ufficio non è un’utopia, e consente di ridurre i rischi che derivano da una vita troppo sedentaria.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato