ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Bufale online, alcuni consigli applicati ad un caso reale

Bufale online

Ancora oggi, nel pieno della bolla ecommerce, esistono casi di truffe online, in cui il cliente ordina paga e non gli arriva la merce ordinata, il tutto senza poter far nulla per ottenere il dovuto!

La segnalazione ci arriva da un cliente, che ci ha raccontato la brutta esperienza avuta qualche mese prima su un ecommerce di prodotti per l’ufficio, Ambroweb.net.

Da una ricerca in rete sembra che del caso se ne siano già occupati – oltre a Polizia Postale, G.d.F. e Carabinieri – vari siti di feedback indipendenti, i consumatori e anche Valerio Staffelli, per non farci mancare nulla.

Oltre a chiederci come sia possibile che ancora oggi un ecommerce del genere (online dal 2008) possa fare affari, ecco alcuni consigli pratici su come riconoscere un ecommerce professionale ad un primo sguardo e come tutelarsi in caso non venga spedita la merce.

Esistono delle caratteristiche chiare che identificano la professionalità di un ecommerce, o perlomeno abbassano notevolmente la percentuale di truffa, vediamone alcuni:

  • Utilizzo del protocollo HTTPS, ma cos’è? Per questo ci viene in aiuto Wikipedia:

    “Viene creato un canale di comunicazione criptato tra il client e il server attraverso uno scambio di certificati; una volta stabilito questo canale al suo interno viene utilizzato il protocollo HTTP per la comunicazione. Questo tipo di comunicazione garantisce che solamente il client e il server siano in grado di conoscere il contenuto della comunicazione.”

    Importantissimo quando si tratta di pagamenti attraverso carta di credito. Il sito in questione dichiara la sicurezza attraverso il protocollo, ma il certificato risulta scaduto (a sinistra), invece così è come dovrebbe essere (a destra):

    Certificato SSL HTTPS

  • Numero verde e chat online (attiva) è sinonimo di attenzione e cura nei confronti del cliente e permette comunicazioni rapide e gratuite.
  • Utilizzo di paypal come sistema di pagamento, che ricordiamo può essere utilizzato anche da non possessori di conto paypal, garantisce la possibilità di inoltrare un reclamo e riavere nel giro di poco la restituzione di quanto pagato.

Questi sono solo alcuni dei consigli che ci sentiamo di dare per ridurre al minimo il rischio di truffe e bufale online, come nostra abitudine applicate ad un caso reale.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

Commenti

  1. ALFA331989

    Sono stato truffato anch’io QUERELA/DENUNCIA IN CORSO vedi recensioni sui siti:
    ciao.it/Ambroweb_com__1079422
    ciao.it/ambroweb_net__4123530
    trustpilot.it/review/ambroweb.com

    ATTENZIONE anche al sito ordinasubito.it stesso titolare stesso indirizzo stesso telefono stesse truffe.