ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Il team building per rafforzare il rapporto tra colleghi

Team Building

Il team building, ovvero la creazione di una “squadra di lavoro”, è un’attività svolta da più di cinquant’anni negli USA e nel nord Europa e che sta prendendo piede, anche se molto lentamente, negli altri paesi europei ed in Italia. Ma di cosa si tratta in dettaglio?

Il team building viene definito come l’insieme delle metodologie specifiche sviluppate per lavorare su gruppi ed in particolare sui team di lavoro task-oriented. L’obiettivo principale delle attività legate al team-building è far conoscere le persone più a fondo di quanto un rapporto lavorativo “standard” comporti. La conoscenza reciproca porta ad una maggiore consapevolezza di limiti e pregi delle persone con cui si collabora e quindi ad un miglioramento dell’efficienza del gruppo.

Le fasi del team building, definite da Tuckman nel 1965, sono fondamentalmente:

  • Forming: formazione del gruppo attraverso la definizione dei componenti, degli obiettivi da raggiungere, dei ruoli assegnati ad ogni elemento della squadra, delle attività da portare a termine.
  • Storming: fase in cui avviene lo scambio di idee, anche in modo conflittuale, tra gli elementi del gruppo. Il leader deve essere in grado di gestire i dissidi indirizzando gli sforzi verso gli obiettivi comuni.
  • Norming: normalizzazione del gruppo grazie alla definizione dell’organizzazione interna e delle procedure da seguire per collaborare al meglio.
  • Performing: fase che corrisponde alla produttività del gruppo nella sua interezza e che deve essere la fase di successo del team.

Il processo di team building prevede alcuni elementi fondamentali:

  • Condivisione degli obiettivi – Tutti i membri del gruppo devono avere fin da subito una visione chiara dei risultati che dovranno essere raggiunti. Come è ovvio che sia, ognuno porterà con sé attese ed interessi personali che dovranno essere integrati in una più ampia visione per raggiungere gli obiettivi comuni.
  • Condivisione del metodo di lavoro – Le regole che descrivono il funzionamento del gruppo devono essere definite consensualmente come anche le attività e le operazioni necessarie per procedere in modo efficace.
  • Condivisione dei ruoli – Partendo dalle specifiche competenze e caratteristiche professionali vengono attribuiti ai singoli i ruoli. Le differenze tra i membri non devono essere viste come limiti ma come risorse e potenzialità del gruppo.
  • Riconoscimento della leadership – Questo particolare elemento è fondamentale e deve agire in tre direzioni: presidio delle competenze dei singoli, della comunicazioni interna/esterna del gruppo, del commitment (ovvero identificazione negli obiettivi aziendali).

Il team building può essere svolto secondo diverse modalità indoor ma anche outdoor. Secondo gli esperti tuttavia sono le esperienze che formano la persona e, in questo caso, il gruppo ed è proprio per questo che spesso sono le sessioni di outdoor training a riscuotere maggiore successo.

Le principali attività di team building indoor sono:

  • giochi di ruolo
  • visione di filmati
  • case-history
  • discussioni
  • business game

Dal punto di vista del team building outdoor le attività possono essere le più svariate:

  • softair
  • rafting
  • alpinismo
  • jungle team
  • orientiring

Vi è mai capitato di partecipare a sessioni di team building? Come è stato? In cosa vi hanno aiutato?

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato