ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Come scegliere l’agenda: grandezze e formati

Agende classiche o elettroniche?

Sono sempre di più le app per smartphone e tablet che consentono di gestire al meglio la propria giornata, ma non tutti scelgono il digitale. C’è infatti chi ancora si affida all’agenda cartacea per gestire appuntamenti, rubriche e appunti. I motivi possono essere diversi: c’è chi preferisce avere la possibilità di scrivere con penna o matita invece di digitare su uno schermo, c’è chi apprezza lo stile più classico delle agende cartacee e c’è chi, avendo iniziato ad utilizzare un’agenda quando la tecnologia non era quella attuale, non vuole convertirsi all’utilizzo delle onnipresenti app.

Ci sono comunque diversi aspetti positivi nell’utilizzo delle agende. Innanzitutto scrivere con carta e penna è, nella maggioranza dei casi, la soluzione più rapida. Inoltre spesso è praticamente impossibile consultare o compilare l’agenda se questa è incollata al nostro orecchio perché stiamo telefonando! Scrivere con penna o matita, libera anche la creatività: non solo appunti e numeri di telefono ma anche disegni o schizzi.

Ecco 4 caratteristiche che permetteranno di scegliere la propria agenda:

  • grandezza: per scegliere l’agenda delle dimensioni giuste è importante considerare dove e quando questa verrà utilizzata e soprattutto quanto spazio gli sarà dedicato nella borsa del lavoro;
  • formato: la scelta può ricadere sulle agende con una pagina per giorno oppure su quelle che raccolgono tutta una settimana in sole due pagine;
  • design: le agende, da quelle più comuni a quelle delle grandi marche, hanno linee che possono accontentare tutti: non sarà difficile trovarne una adatta a te;
  • costo: anche in questo caso si possono trovare le agende “per tutti i giorni” e le agende “di alta classe”… ad ognuno la sua scelta!

Approfondiamo meglio i diversi formati di agenda esistenti:

  • Agenda classica: con pagine molto spaziose, una per ogni giorno, è ottima per registrare gli appuntamenti ed avere anche spazio per appunti aggiuntivi. È semplice da consultare anche se è più difficoltoso gestire indirizzi e numeri di telefono.
  • Agenda organizer: strumento moderno più orientato ad un uso personale che consente di conservare efficientemente appuntamenti e numeri di telefono. È ottima per pianificare gli impegni ma offre poco spazio per gli appunti.
  • Agenda elettronica: passata di moda con l’arrivo degli smartphone, consentiva di memorizzare nomi, indirizzi, appuntamenti e altre informazioni anche se era un po’ scomoda da usare.
  • App agenda: esistono moltissime app per gestire la propria agenda anche se spesso è necessario un tempo iniziale per conoscere tutte le funzioni ed utilizzarle al meglio. La digitazione a lungo andare può risultare più scomoda rispetto alla scrittura.

Quello che però è fondamentale è l’utilizzo che si fa di un’agenda. Se infatti si usa in modo superficiale può essere più dannosa che utile. Ecco qualche suggerimento:

  • consultare ed aggiornare l’agenda ogni mattina per avere bene in mente il cronoprogramma della giornata;
  • segnare come completato ogni compito portato a termine;
  • dividere gli impegni a seconda dell’importanza per decidere rapidamente su cosa concentrarsi;
  • fissare un tempo massimo per ultimare un impegno;
  • dedicare ogni sera alcuni minuti alla compilazione degli impegni per il giorno successivo;
  • verificare di aver completato tutti gli impegni previsti;
  • annotare con cura i numeri di telefono e gli indirizzi email di nuovi contatti e conservare i biglietti da visita.

Personalmente prediligo l’app, perché così la mia agenda (che uso per impegni lavorativi e personali) è sempre con me. E tu hai capito come scegliere la tua agenda?

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato