ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Come scegliere i giusti quadri per l’ufficio?

Quadri per l'ufficio

Scegliere i quadri per l’ufficio è un’attività importante e che merita la giusta dose di passione e attenzione, dal momento che permette di rendere l’ambiente di lavoro più invitante e accogliente.

Lo stile e l’eleganza dovrebbero essere i due principi di partenza, tenendo conto che si sta parlando di un contesto più o meno formale, al di là del fatto che debba essere visitato o meno da clienti, fornitori o altri “estranei”. Nel caso in cui l’ufficio sia di piccole dimensioni, non si può fare a meno di puntare sulla verticalità per garantire una sensazione di spazi più ampi.

Fermo restando che quando si tratta di arredare è opportuno ricercare il massimo consenso tra tutti coloro che dovranno vivere in quell’ufficio, si può anche pensare di osare un po’ e di azzardare con un quadro vivace o una stampa artistica in grado di offrire un pizzico di colore.

Per avere un’idea dell’effetto finale di ciascun quadro, prima di appenderlo è preferibile appoggiarlo per terra in corrispondenza della parete su cui si ha intenzione di collocarlo, per verificare la sua adeguatezza. Insomma, prima di fare buchi e piantare chiodi in ogni centimetro quadrato di una parete è meglio fare delle “prove”, tenendo conto delle forme, dei colori e anche dei temi rappresentati.

Si deve decidere, poi, se comprare dei quadri nuovi oppure se riciclarne di “vecchi”: a questo proposito ogni impiegato potrebbe decidere di portarne uno da casa, in modo da contribuire in maniera attiva alla decorazione dell’ufficio, in un’ottica di team building e di spirito di gruppo. Sembrano dettagli di poco conto, ma anche azioni del genere contribuiscono a rafforzare l’unità di una squadra. Se si ha a che fare con quadri di dimensioni differenti, è preferibile adoperare come punto di riferimento il quadro più grande, in modo da avere la certezza di un posizionamento armonioso tanto nelle composizioni orizzontali quanto nelle composizioni verticali.

Tutti gli elementi di arredo, che si tratti di una scrivania, di una poltrona, di una libreria, di un armadio a scaffali, e così via, costituiscono dei punti focali di riferimento, ed è in considerazione di tali punti focali che i quadri devono essere disposti, in gruppo o da soli, cercando di integrare e di rendere armoniose le varie composizioni.

Un aspetto da valutare con cura è quello che riguarda la scelta della cornice, importante non solo per valorizzare il quadro stesso, ma anche per dare vita a una fusione equilibrata tra la raffigurazione e lo spazio circostante.

In conclusione, per scegliere i quadri per l’ufficio bisogna avere sempre in mente l’obiettivo di creare un contesto armonioso, a maggior ragione se ci si trova in un ambiente caratterizzato da uno stile minimal. Decidere insieme ai colleghi è, ovviamente, fondamentale, anche se si spera di non trovare motivi di discussione per una questione tanto semplice. Rispettare colori e toni delle pareti e degli altri complementi di arredo è un ulteriore imperativo a cui non ci si può sottrarre, ricordando – sempre e comunque – il valore delle proporzioni.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato