ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Risparmiare in ufficio: 7 consigli per combattere la crisi

Risparmiare in ufficio

L’attuale periodo di crisi economica, come tutti ben sappiamo, va a sfavore di molte aziende che si trovano dunque costrette a tagliare sulle spese, cercando di ridurre i costi delle attività.

Vi chiederete se esiste un modo per spendere poco senza rinunciare a nulla (o quasi). A tal proposito vi presentiamo 7 pratici consigli da seguire per risparmiare in ufficio:

  1. Acquisti online: il commercio elettronico è sempre più diffuso. I canali internet sono tali da offrire una vasta gamma di materiale con prezzi più vantaggiosi rispetto al negozio fisico e permettono di confrontare migliaia di offerte da venditori di tutto il mondo. Inoltre, gli strumenti di pagamento come Paypal offrono agli utenti maggiore sicurezza, in quanto pagamenti “protetti”.
  2. Computer assemblati: è possibile risparmiare anche per l’acquisto di computer con negozi che offrono assemblati o semi-assemblati spesso molto più vantaggiosi rispetto ai prodotti marchiati (Asus, HP, eccetera). In tal modo si evita di spendere soldi in accessori e licenze software che non servono.
  3. Utilizzo del VoIP: sfruttando la connessione dati (oggi presente per qualsiasi dispositivo elettronico) è possibile sottoscrivere un abbonamento VoIP tale da permetterci di chiamare e ricevere telefonate, tagliando così la spesa del telefono fisso. Tra i vari operatori VoIP italiani uno dei migliori è Messagenet.
  4. Fax a costo zero: un altro modo per risparmiare è l’invio di fax tramite il PC. Ci sono diversi servizi online che permettono di farlo, come ad esempio Faxator o Web Tiscali Fax. Una volta registrati, ci viene assegnato un numero non geografico dove ricevere i fax che poi verranno inoltrati come allegato alla nostra casella email.
  5. Costi di stampa: il ri-assortimento di toner per stampanti rappresenta una delle spese più consistenti di un’attività. Sono presenti sul mercato diverse cartucce e toner compatibili, che ci permettono di risparmiare in quanto possono costare anche il 20-50% in meno rispetto ai toner originali. Per ridurre i consumi d’inchiostro possiamo anche utilizzare la modalità Bozza quando stampiamo i documenti, accessibile dai driver di stampa.
  6. Licenze Software: anche le licenze software rappresentano un sostanzioso investimento fatto dalle aziende, soprattutto se si hanno più PC. Nella maggior parte dei casi l’utilizzo del computer è dato da attività quotidiane che non richiedono programmi particolari (molte vengono svolte quasi esclusivamente sul Web). Si può pensare a proprendere una distribuzione Linux come Ubuntu che essendo open source non costa nulla!
  7. Bollette soft: sono presenti sul mercato diversi fornitori di energia elettrica che possono influire sul prezzo della componente energia facendoci risparmiare fino al 10% (le componenti restanti sono aggiornate trimestralmente dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, AEEG). Un altro modo per risparmiare sulle bollette è dettato dall’impianto fotovoltaico: i pannelli solari, infatti, permettono di produrre in proprio energia elettrica e venderla al gestore di rete in modo da ottenere un ritorno economico. Il meccanismo degli incentivi è stabilito dal Conto Energia entrato in vigore col DM del 28 luglio 2005. Dal 27 agosto 2012 è entrato in vigore il V Conto Energia le cui tariffe hanno una validità di 20 anni.

Risparmiare non è poi così difficile, soprattutto se la rinuncia è minima. Prova anche tu!

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato

Commenti

  1. Pingback: Risparmiare energia in ufficio - Ufficio.eu