ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

È possibile evitare di far arrabbiare il capo?

Evitare di far arrabbiare il capo

Dopo aver visto quali sono gli errori da evitare il primo giorno di lavoro, ci soffermiamo a parlare di un altro tema importante in ambito lavorativo: quali sono gli stratagemmi per essere ben visti ed evitare di far arrabbiare il capo?

Sappiamo tutti il significato della parola capo (colui che dirige, posto al comando di altre persone) e siamo bene a conoscenza del fatto che spesso – proprio il capo – è anche quello che va su tutte le furie, soprattutto in caso di giustificazioni a priori. Di seguito vediamo alcuni consigli utili per evitare di far perdere le staffe al proprio datore di lavoro.

Frasi da non dire per non far arrabbiare il capo

“No”“Non posso”: questa risposta secca viene interpretata come una sfida.

“Non lo so”“Non è di mia competenza”: questa risposta dà aria di superficialità, di persona non disposta a mettersi in gioco.

“Posso provarci”: espressione di insicurezza che fa sembrare inaffidabili.

“Mi dispiace ma…”“Ho solo pensato che…”“Non è davvero colpa mia…”: inutile cercar scuse, è sempre più apprezzato chi ammette di aver commesso un errore. D’altronde chi non fa non sbaglia!

“Nel mio precedente posto di lavoro lo facevamo così”: inutile fare i saputelli della situazione, ogni azienda ha il proprio metodo di gestione.

“Non posso lavorare con lui/lei”“Il mio collega un idiota”: siamo pagati per lavorare, anche in team, e parlare male di un collega spesso si rivela un boomerang.

“Questo è impossibile”“Non ho una soluzione”“Ci ho provato prima”: mai dare l’idea di essere pigri, per cui rimboccarsi le maniche ed evitare assolutamente risposte del genere.

“Posso uscire prima, visto che oggi le cose vanno a rilento?”: dire che le cose vanno a rilento significa confermare che non si ha nulla da fare. Se si vuole uscire prima dall’ufficio, bisogna chiederlo al proprio capo in maniera differente.

Suggerimenti per un bravo dipendente

Inoltre per salvaguardare il proprio posto di lavoro, ed evitare di far arrabbiare il capo con noi ulteriormente, è necessario imparare ad ascoltare cosa ci viene chiesto e fare in modo di esaudirlo. A tal proposito, ecco dei suggerimenti sul comportamento da adottare per essere un bravo dipendente:

  • Comportarsi professionalmente: il luogo di lavoro non è un parco giochi per cui va bene divertirsi e passare piacevolmente una giornata in ufficio ma è necessario ricordarsi che trattasi di un’attività.
  • Imparare a prendere le critiche con filosofia: se si viene criticati dal proprio capo (o da un collega) è necessario innanzitutto calmarsi, analizzare la critica e cercare di trarre beneficio da essa migliorando il proprio modo di porsi o di lavorare.
  • Imparare il proprio lavoro e farlo bene: indipendentemente dallo stipendio o dalla difficoltà, è bene cercare sempre di imparare al meglio il proprio lavoro (senza trovare inutili scuse quando non viene fatto qualcosa).
  • Coltivare buone relazioni con le persone all’interno dell’azienda: trattiamo tutti con cortesia, rispetto e gentilezza perché le persone all’interno dell’azienda hanno più potere di quello che si può pensare e l’opinione che si fanno su di noi conta eccome.
  • Gestire in maniera ordinata il proprio lavoro, stando attenti alle assenze (non devono essere moto frequenti) e alle lamentele ricevute dai clienti.
  • Cercare la soluzione alle cose che non vanno bene, mantenendo un atteggiamento positivo che ci aiuterà ad avere successo tra i supervisori.
  • Partecipare attivamente a progetti e lavori di gruppo, cooperando con i colleghi per portare a termine un lavoro efficientemente e responsabilmente.
  • Evitare di essere puntualissimi all’uscita, cercando di restare almeno una decina di minuti in più: la gente nota chi si affretta ad andare via all’orario di uscita.
  • Essere gentili e riconoscenti, ringraziando il capo o i colleghi ogni qual volta facciano un apprezzamento nei vostri confronti: questo li motiverà a comportarsi sempre bene con voi!

E a voi è mai capitato di far arrabbiare il capo? Come avete risolto?

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato