ufficio.eu

l'ufficio visto con i tuoi occhi

Categorie

Come non prendere l’influenza dai colleghi

Trasmettere l'influenza in ufficio

Avere il raffreddore nel periodo autunnale o invernale è all’ordine del giorno: con i primi freddi circolano le infezioni batteriche e l’ufficio è uno dei posti in cui l’influenza è più facilmente divulgabile.

Esiste un modo per non prendere l’influenza dai colleghi e difendersi dal raffreddore? Di seguito vi riporto qualche consiglio utile.

Solitamente – quando un collega è ammalato – il primo consiglio che gli viene dato è quello di rimanere a casa, in modo da riposare e guarire prima ed evitare di portare in giro germi, virus e batteri in ambienti chiusi come l’ufficio. Rimanere a casa non va però dato per scontato: secondo diversi sondaggi 6 dipendenti su 10 si recano a lavoro nonostante l’influenza.

Se un collega è ammalato ma non può stare a casa, indicategli di non avvicinarsi troppo a voi: un colpo di tosse viaggia a 80 km/h e trasporta fino a tremila particelle infette, per cui mantenete le distanze!

Buona norma sarebbe anche utilizzare i fazzoletti una sola volta, perché quelli usati e appoggiati in bella vista sulla scrivania sono un modo per divulgare l’infezione.

È inoltre importante lavarsi spesso le mani – dopo averle strette a qualcuno, esser stato in bagno, alla macchinetta del caffè, alla fotocopiatrice o presso qualunque altro oggetto promiscuo e chiaramente anche dopo aver starnutito – che sono l’arto che entra normalmente più a contatto con il mondo che ci circonda.

La temperatura dell’ufficio deve essere mantenuta tra i 20°C e i 22°C, è bene rispettarla perché la stessa è ritenuta ottimale per la salute e l’efficienza.

È fondamentale anche far prendere aria all’ufficio, aprendo le finestre – ad esempio in pausa pranzo – facendo si che germi, virus e batteria ristagnati vengano allontanati.

L’ultimo suggerimento è quello di disinfettare scrivania, tastiera e telefono in quanto i germi sostano su ogni superficie.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori.
L'indirizzo email non verrà pubblicato